febbraio 15, 2018

LA CERTIFICAZIONE HALAL

 

Diversamente ad altre attività di certificazione e controllo (HACCP, ISO eccetera) la certificazione Halal non è  una disciplina regolata dal punto di vista statale nazionale o internazionale. Anzi si inserisce perfettamente con le aziende che già rispettano le normative come ISO e HACCP.

I stati che hanno normative e hanno disciplinato tale attività sono pocchissimi (Malesia,Indonesia e EAU). Nel resto del mondo, ed anche in Italia, la certificazione Halal non è regolata né da norme statali né da enti o associazioni di categoria.

In Italia non esistono normative in materia di certificazione Halal e dei relativi prodotti, fatta eccezione del Decreto del 1998 che riguarda la macellazione.

Un prodotto certificato Halal deve essere conforme alla Shari’a, alla quale fa  riferimento alla giurisprudenza islamica (Corano, Hadith, fatwe, eccetera) che prescrive ciò che, nell’Islam, è lecito (Halal).

I settori che possiamo certificare comprendono: agro-alimentare, cosmetico, sanitario e farmaceutico. Halal Italy Devolopment garantisce la rigorosa conformità degli standard halal internazionali e fa fede alle normative europee nei processi produttivi soggetti alla certificazione.

Non è certificabile:

Prodotti e derivati dalla carne suina;

Prodotti e derivati da animali morti prima della macellazione o macellati inadeguatamente;

Prodotti nocivi per la salute;

Prodotti alcolici o che contengono alcol e sostanze inebrianti.